"Scribere me aliquid et devotio iubet"

"Scribere me aliquid et devotio iubet" San Bernardo de Claraval

Ya no le temo al blanco...

"Noto mis palabras libres y a la vez con peso. El peso se lo dan los hechos por los que he pasado, aunque ya se han convertido en alas y plumas que la hacen volar, tan ligera como grave. Sólo ahora que tengo peso, sé volar" Alessandro D´Avenia.

domingo, 3 de febrero de 2013

Qué será


Paese mio che stai sulla collina
disteso come un vecchio addormentato 
la noia l'abbandono
niente son la tua malattia
paese mio ti lascio e vado via.

 Che sarà, che sarà, che sarà 
 che sarà della mia vita 
chi lo sa
so far tutto o forse niente 
da domani si vedrà 
e sarà 
sarà quel che sarà .

 Amore mio ti bacio sulla bocca 
che fu la fonte del mio primo amore 
ti do l'appuntamento come e quando non lo so 
ma so soltanto che ritornerò 

Che sarà, che sarà, che sarà,
che sarà della mia vita chi lo sa 
con me porto la chitarra 
e se la notte piangerò 
una nenia di paese suonerò 

Gli amici miei son quasi tutti via 
e gli altri partiranno dopo me 
peccato perché stavo bene in loro compagnia 
ma tutto passa 
tutto se ne va.

Che sarà, che sarà, che sarà,
che sarà della mia vita chi lo sa 
so far tutto o forse niente 
 da domani si vedrà e sarà sarà quel che sarà 

Che sarà, che sarà, che sarà,
che sarà della mia vita chi lo sa 
so far tutto o forse niente 
da domani si vedrà 
 e sarà sarà quel che sarà 

No hay comentarios:

"Todo yo soy una pregunta a la que no sé dar respuesta"
(P. P. Pasolini)



"Él poseía una ingenuidad que le permitía mirar las cosas de nuevo, como si nadie las hubiese contemplado antes que él. Contemplaba al mundo con ojos nuevos, asombrados".
(L. Jonas)